-->
             
Nuovo diritto tutorio dal 1 gennaio 2013

dal 1. gennaio 2013 entra in vigore il nuovo diritto di protezione degli adulti, questo comporta una riorganizzazione del settore tutele e curatele in Ticino.

A tale scopo il Consiglio di Stato ha licenziato recentemente il messaggio MM 6611 con il quale propone da un lato di istituire dal 2018 (!) un tribunale di Famiglia e dall’altro alcune misure “cosmetiche” per adeguare l’attuale organizzazione del settore al nuovo diritto.

AGNA, associazione genitori non affidatari, accoglie con piacere la decisione del istituire un “Tribunale di famiglia”, tuttavia ne deplora i tempi decisamente troppo lunghi per la sua introduzione (2018).
Deplora anche che per questo periodo transitorio di quasi 6 anni non è stato previsto alcun correttivo per evitare tutte le disfunzioni del sistema attuale, segnalate nelle perizie e da più parti.

Per  migliorare, da subito e risparmiando, i servizi dello Stato in materia di tutele e curatele e di protezione dei minori, AGNA ha sottoposto alla Commissione della legislazione e ai capigruppo una serie di emendamenti da apportare a quanto proposto nel messaggio MM 6611.

In parallelo, sempre per migliorare i servizi dello Stato AGNA ha anche intrapreso una azione giudiziaria collettiva nei confronti dei 18 presidenti delle CTR.

Leggi tutto...
 
Radio Fiume Ticino - Riorganizzaione del settore delle tutele e delle curatele

Intervista a Pietro Vanetti, da Radio Fiume Ticino

Conferenza Stampa del 14 maggio 2012 riguardo la richiesta di emendamenti inoltrata da AGNA alla Commissione della Legislazione.
Per il messaggio 6611 del CdS riguardo la riorganizzazione del settore delle tutele e curatele.

 
Iscrizione al Registro di Commercio del Cantone Ticino

Dal 20 aprile 2012 AGNA è iscritta nel  REGISTRO DI COMMERCIO DEL CANTONE TICINO

vedi estratto ufficiale

   clicca qui per il documento in PDF
 
Alcune riflessioni sulla festa del papà

Corriere del Ticino - 17 marzo 2012 - l'Opinione

Anche io ho un padre ma non lo vedo: questa è la risposta data da un sedicenne a un suo coetaneo che pure lui vive la si­tuazione di genitori separati ma che vede suo padre regolarmente e quando lo de­sidera. Il dialogo tra i due ragazzi è termi­nato lì perché la risposta secca, amara ha frenato altre possibili domande. Il motivo si intuisce facilmente, cosa pensa, cosa prova un figlio privato del diritto di vede­re suo padre? Ha forse voluto o dovuto cancellare tutto il passato? Se fosse così perché? Esiste una vera ragione? La situa­zione in cui si poteva chiarire c'è veramen­te stata? Colloqui brevi, assistiti da estra­nei a cosa poteva portare? Delusioni per il padre e confusione per il figlio. Chiaro è che viene calpestato il diritto dei figli, pic­coli o grandi che siano non sono ascolta­ti, non sono considerati, eppure sono lo­ro maggiormente coinvolti e disperati nel­le situazioni di divorzio. Spesso non solo il padre soffre e lotta inutilmente ma tut­ta la parentela, i nonni specialmente che con i nipoti hanno un legame molto for­te. Si spezzano cosi tutti i legami famiglia­ri. Situazioni assurde, inverosimili, tanto che chi non è coinvolto non riesce a cre­dere. Divieto di incontrare un figlio ? Il fi­glio non può avvicinare il padre? È alluci­nante, ma non esiste, non può essere ve­ro, qual è il motivo? In questo periodo i bambini delle scuole materne, alle ele­mentari, preparano con amore i lavoretti per la festa del papà. Cosa provano quel­li che sanno di non poter consegnare il proprio regalo? Perché non posso fare co­me gli altri? Perché papà non mi cerca? Possono sorgere in loro sensi di rabbia ma anche di colpa e di smarrimento con con­seguenze disastrose sul comportamento. Un elogio va fatto a tutte le persone che stanno lavorando su questo tema e cer­cheranno nell'ambito dei divorzi di ado­perarsi nel miglior modo possibile affin­chè i figli abbiano la giusta attenzione, non debbano subire violenze psicologiche pa­ragonabili, per le conseguenze, a un atto di pedofilia. Porre fine a queste increscio­se situazioni è un dovere per chi ha a che fare con i divorzi.

Mariangela Novena-Pagnamenta,
Canobbio

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

 

Sportello2

10 Anni di storia

Libretto 10 anni AGNA

Libri consigliati

LePietreDiEdoardo

divertente e toccante...

Newsletter

Mantieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter
è possibile cancellarsi automaticamente in ogni momento.

con il sostegno di

Fai una donazione libera

Enter Amount:

Contribuisci con la tassa sociale