-->
             
Domani (19 marzo) è la festa di tutti i papà? PDF Stampa E-mail

Corriere del Ticino - Lettere al corriere del 18 marzo 2010

Caro nipote, il sole splende, una nuova giornata mi attende e io ti penso.
Difficile immaginarti completamente felice nella tua particolare situazione.
Dopo il divorzio dei tuoi genitori è iniziata per te una vita, man mano che crescevi, sempre più carica di tensioni.
A un certo punto tua madre, a suo modo di vedere per proteggerti, prese la decisione di averti tutto per sé, non valutando che potesse causare a te dolore, insofferenza e soprattutto danni allo sviluppo della tua personalità.
Vani i tentativi di tuo padre di porre fine a questa insostenibile quanto incresciosa situazione. Iniziò così, per lui e per te, un periodo ancora più pesante, quattro lunghi anni di calvario passati tra avvocati, giudici, psicologi, tutori, con l'unico risultato di rovinare il bel rapporto che avevi con tuo padre e aver tolto a un ragazzino adolescente la serenità. Tre parole (genitore non affidatario) vi hanno divisi, proprio nel momento in cui il bisogno della figura paterna diviene più imperante. Stringe il cuore pensare che ora, disorientato e confuso, nell'incertezza e insicurezza del tuo vivere, si è instaurato in te un totale lavaggio del cervello che ti ha portato a negare tutto il bene ricevuto, i momenti di gioia trascorsi con tuo padre, che sono sicura non hai dimenticato. Parlano di te le cartoline che entusiasta mi scrivevi dalle vacanze e dai tuoi viaggi trascorsi con lui, i filmati in cui emozionato baciavi un delfino, imparavi a nuotare e quelli in cui, raggiante di felicità sulla neve, sperimentavi i primi passi sugli sci. Poi l'ultima e più cara fotografia dove sei vicino a me nel giorno radioso della tua prima comunione. Queste righe a te rivolte non vogliono essere solo di rimpianto o tristezza, ma di speranza che tu possa riprenderti un giorno tutto l'amore di chi ti vuole bene. Soprattutto desidero ardentemente che tu non abbia a perderti nei pericoli che incombono intorno a te, nei meandri di questo pericoloso mondo, tuttora vivendo e crescendo con questa spina nel cuore, il rancore per uno dei tuoi genitori. Mi farebbe piacere rivederti, ascoltarti, rispecchiarmi nei tuoi bellissimi occhi azzurri e intelligenti; mi basterebbe anche solo sapere che tu un giorno possa riabbracciare tuo padre, unico giusto augurio per te. Con amore ti saluta la tua nonna paterna.

Lettera firmata

 

Quota sociale

Per sostenere la nostra associazione c'è bisogno dell'aiuto di tutti.

Se vuoi e puoi contribuire puoi adererire come socio versando una quota annuale di CHF 30.00, opppure versare un contributo libero. Le coordinate bancarie sono le seguenti:

Postfinance

IBAN: CH73 0900 0000 6577 0374 3

Conto corrente postale: 65-770374-3

Grazie di cuore!