-->
             
Nuova direttiva della AutoritĂ  di Vigilanza sulle Tutele in materia di protezione del diritto di visita. PDF Stampa E-mail

Finalmente l’AVT ha uniformato questa materia molto importante, dove fino ad oggi, la maggior parte delle CTR ha dimostrato scarsa conoscenza del problema e delle misure efficaci che si possono prendere, secondo la attuale legislazione (2011).

Introduzione a "Direttiva AVT" del 26.5.2011" sulle relazioni personali genitori e figli

In termini generali, le direttive amministrative sono atti emanati dal Governo o da un'AutoritĂ  amministrativa all'attenzione degli organi subordinati.

Benché enuncino regole giuridiche, le direttive non sono da considerarsi legge secondo l'accezione di tale termine.

Esse sono infatti destinate esclusivamente all'amministrazione al fine di regolarne il comportamento interno; le direttive sono pertanto vincolanti per l'amministrazione, ma non per i privati e per l'AutoritĂ  giudiziaria.

Le direttive amministrative sono soprattutto volte ad assicurare un'interpretazione ed un'applicazione uniforme delle prescrizioni legali da parte dell'amministrazione, specialmente sotto il profilo della sicurezza del diritto e dell'esercizio del potere di apprezzamento.

Esse facilitano altresì il controllo giurisdizionale.

Nel caso specifico, in ossequio a quanto testé osservato, lo scopo della direttiva cantonale dell'AVT sulle relazioni personali genitori e figli è di uniformare la prassi amministrativa.

Questa direttiva che è rivolta specialmente alle autorità tutorie ed ai curatori educativi, può essere utile anche per lo sviluppo di una giurisprudenza coerente e per tutti gli interessati attivi nel ramo della famiglia e delle misure di protezione dei minori.

Queste direttive riproducono e precisano il diritto attuale (2011) in materia di relazioni personali tra genitori e figli.

Nuova direttiva protezione del diritto di visita - pdf1

 

Fai una donazione libera

Enter Amount:

Contribuisci con la tassa sociale