-->
             
Non è Natale senza il papà 2019 PDF Stampa E-mail

Presenza contemporanea in più di 20 piazze in CH ed in Germania

I «San Nicolao» blu protestano contro le violazioni dei diritti umani perpetrate in Svizzera.

Anche quest’anno saranno migliaia bambini che dovranno passare il Natale senza i loro papà.
A molti padri non è permesso vedere i propri figli, né portar loro dei regali. Le autorità e i tribunali in Svizzera non rispettano il diritto dei bambini a entrambi i genitori!

Protesta dei "San Nicolao" blu

La Svizzera ha sottoscritto la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Ciononostante, viola quotidianamente il diritto a una vita familiare,il diritto a una procedura equa e il divieto di discriminazione.

Autorità e tribunali ritardano sistematicamente le procedure relative all’autorità parentale e al diritto di visita, in alcuni casi per diversi anni!
Inoltre, se è stato accordato il diritto di visita, lo Stato non intraprende niente per imporre coerentemente questo diritto.

Nonostante il diritto a una vita familiare, un padre integerrimo ottiene di norma il seguente diritto di visita:
6 ore al mese
Padre di un bambino piccolo, prassi standard dell’autorità tutoria di Zurigo
A titolo di paragone, il diritto di visita standard di un detenuto in regolare stato di detenzione:
4 ore al mese
Carcere Pöschwies, Regensdorf

I figli hanno bisogno di entrambi i genitori

In Svizzera fallisce un matrimonio su due. Tutti gli anni, circa 15000 bambini nel nostro paese subiscono la separazione dei loro genitori. Gran parte di essi perde di conseguenza il contatto con il genitore che vive separato.

In molti casi, al genitore che vive separato (spesso il padre) tocca la parte più difficile quando il genitore che ha con sé i figli limita il contatto con i figli in comune. L’assenza del padre come conseguenza di separazione o divorzio, non di rado provoca nei bambini disturbi dello sviluppo.

I bambini colpiti soffrono di sindrome da alienazione parentale (PAS) e sono costretti a crescere senza alcun rapporto con il padre. Ma anche i genitori risentono pesantemente delle conseguenze psichiche di questa situazione.

È per questo motivo che c’impegniamo per i diritti dei figli e dei genitori. Dopo la separazione si tratta di mantenere un rapporto equilibrato e regolare dei bambini con il padre e con la madre, curare l’educazione e la maturazione dell›affetto parentale; insomma di garantire un’autorità parentale e un diritto tutelare in comune.

 bnb_foto2

bnb_foto1

non_e_natale

Il nostro impegno è a favore:

dell’applicazione dei diritti umani per i figli, le madri e i padri;

di un’autorità parentale e un diritto tutelare in comune dopo la separazione e il divorzio;

di una mediazione prescritta dalla legge per una procedura più rapida di definizione dei rapporti di tutela.

associazioni2

 

 

Comunicato stampa dicembre 2019

I San Nicolao  blu protestano contro le violazioni dei diritti dell'uomo in Svizzera.
Un'immagine insolita si offrirà in alcune città svizzere.

Accanto ai classici San Nicolao in rosso, si vedranno anche alcuni San Nicolao blu.

Come i loro colleghi in rosso distribuiranno  mandarini ai bambini,  ma agli adulti distribuiranno dei volantini per renderli attenti e consapevoli della sistematica violazione dei diritti dell'uomo (e anche dei bambini) da parte delle autorità svizzere

Una punto chiave di queste violazioni dei diritti dell'uomo è la relazione tra bambini, e genitori non affidatari in casi di separazione o divorzio.

La corte di Giustizia Europea per i diritti dell'uomo (EGMR) condanna regolarmente la Svizzera, perché infrange il diritto di ognuno ad una procedura leale, tempestiva e rispettosa delle Convenzione Europee dei diritti dell'Uomo  che la Svizzera ha pur sempre sottoscritto.

I Genitori non affidatari - in linea generale i padri - fino a che autorità e tribunali in Svizzera gli concedano il diritto su una relazione al loro bambino, devono lottare contro procedure lunghe, estenuanti e costose

Ma anche quando la relazione  tra figli e genitori non affidatari è  regolamentata con chiarezza, le autorità non si adoperano affinché questa  abbia affettivamente luogo.

Se le autorità non si adoperano a che il diritto alle relazioni da loro stesse sancito, non puo aver luogo, infrangono non solo i principi elementari dello stato di diritto,iInfrangono anche  il diritto fondamentale di bambini e genitori non affidatari ad avere  una relazione personale tra loro.

La conseguenza di questa inadempienza delle autorità porta spesso, troppo spesso,  a un processo di alienazione che può  portare fino alla interruzione di qualsiasi tipo di contatto tra il  bambino e il genitore non affidatario.

Con la loro inerzia Autorità e tribunali Svizzeri puniscono l'anello piu debole della nostra società !

I bambini coinvolti loro malgrado nella separazione o nel divorzio dei loro genitori.

E così, anche il prossimo Natale, molti bambini lo passeranno senza nessun contatto con il genitore che non vive con loro.

GeCoBi, l'assocazione Svizzera per la bigenitorialità, alla quale la ticinese AGNA (associazione genitori non affidatari) è affiliata, attraverso i San Nicolao blu esige da tutte le autorità Svizzere,  l'osservanza dei diritti dell'uomo nelle pratiche  di separazione e divorzio -.

Concretamente si chiede la parificazione giuridica tra  padri e  madri in ambito educativo

Si chiede l'istituzione di tribunali interdisciplinari per il diritto di famiglia , in sostituzione delle attuali autorità tutorie

Tribunali di Famiglia interdisciplinari, sul modello del tribulanel di Cochem in Germania hanno dimostrato la loro efficienza e efficacia, e vantano invidiabili successi, perché nei casi di separazione o divorzio si concentrano sulle esigenze (aspettative) dei figli

I San Nicolao blu, oltre a Bellinzona e Lugano saranno presenti anche nelle piazze di  Aarau, Basilea. Berna, Friborgo, Ginevra, Delemont, Losanna, Lucerna, Neuchatel, Rapperswil, Soletta, San Gallo, Winterthur, Yverdon, Zugo. Zurigo.

 

Fai una donazione libera

Enter Amount:

Contribuisci con la tassa sociale